Chi è online


Tooltiptoni
Tooltipdudu
La Fantastica Normetta
Scritto da Mr. Autostop   

Eccoci qui a raccontare un volo che vede protagonista lo Zio Barza….

Allora, cominciamo dal principio, ovvero dal decollo: sulla piana dei cardi dell’antico borgo dell’antica Norba dell’antico decollo che un tempo fu’’(co du accenti pe di’ che era tanto tempo fa’( fa co n’accento)) di sabato, ci sono tutti i Pulcini al completo, arriva anche in extremis Tommaso che grida a braccia alzate: “Che bravi che mi avete aspettato pure oggi”!!!! Zi Ruggio apre il suo palloncino davanti Zi Americhe che preso da uno scatto d’ira vuole buttargli la sacca di sotto, insomma tutto come al solito.

Alla prima folata VIA, tutti in aria, guadagnamo subito una bella termica e il vecchio Barza e’ il primo ad agganciare il Lupone a quota 1700, ci ricongiungiamo tutti sopra Rocca Massima a quota 2000, io avevo gia’ in mente il volo che volevo fare dall’inizio di quest’anno e inizio a rompere i ciglioni per radio al Presidente: CCCSSSHHHH (il rumore della mia radio) “Dai Presidente guida il tuo gregge”  CCCSSSHHHH “Dai portaci a Rocca” CCCSSSHHHH../…. niente,  Zi Kappe se guardava Velletri, se vedeva perfino da come girava le termiche, la sua vela non puntava mai verso SUD.

Non ero mai stato sul Lupone a 2000, ero cosi’ felice che dico per radio: “a rega’ ve vojo cosi’ bene che quano atteramo faccio l’amore co tutti quanti!!!!!” CCCSSSHHHH … silenzio…..

Io vedevo una linea portante fino al Semprevisa…. Me stavo gia’ a immaggina’ Marco Rech sul decollo de Roccasecca….. A quel punto sento CCCSSSHHHH, CCCSSSHHHH, CCCSSSHHHH Zio Barza: “A Manue’ che famo? Annamo?”

Non ho perso tempo neanche a rispondergli, mezza speed e rotta verso SUD. In una planata micia micia siamo arrivati tra le barbule fino a Roccagorga, qui lo zio Barza perde una ventina di minuti, forse ad ammirare il cumulo nero sotto il quale non voleva andare per fare quota per il traverso.

Io parto con 1200 ed arrivo a Roccasecca in cresta, che spettacolo Rocca, mi sono messo a 1200 sotto una linea portante di cumuli e ho sfruttato questa magnifica situazione per l’andi-rivieni. Questo e’ il costone sul quale ho staccato i piedi da terra per la prima volta,( prima ancora di prendere l’aereoplano), ma questa e’ un’altra storia.

Lo zio Barza comincia a lamentarsi… CCCSSSHHHH :”Sto basso, sto basso” CCCSSSHHHH “Sto a fa un bucio de culo incredibbbile (co 3 b pe di’ che e’ piu’ grosso de quello co 2).

E io: ”dai, abbi pazienza che la giornata e’ ancora lunga” e infatti sto cagnaccio de Barza fa quota e viene a Rocca.

Dopo una piccola incomprensione su cosa stessi facendo ci ricompattiamo e proseguiamo il volo per Fondi, scavalchiamo la punta piu’ alta con 1100 Barza con 1300 e imbambolato da laghetti di Fondi fa una planata in sottovento fino al campo sportivo di Fondi, intendo dire proprio fino dentro al campo sportivo. Me lo guardavo da su e pensavo quello che avrebbero pensato tutti, ma me faccio li cazzi mia e continuo il volo… cioe’ continuo a fare il sostenitore psicologico.

Barza:”Nun ce la faccio piu’, so 4 ore che volo” “So sfatto” “Che bbbbbbucio de culo”

 Ed io:”dai, dai lo vedi il Redentore? Eccolo li’! ancora uno sforzo e poi la planata finale”.

FormiaAggancio il redentore che in quel momento mi da solo vento e schiaffi e parto in planata alla volta di Minturno, (chiamo in volo un amico di Formia per farmi recuperare: Grazie Giovanni!) man mano che scendevo il vento aumentava, arrivo a 300m di quota ed andavo vento in culo a 75 orari con i windfurf che planavano sotto di me…. Che paura!!!! Arrivo con 50 mt su di uno spicchio di spiaggia libera e dopo un po’ di numeri metto giu’ la vela aiutato dai bagnanti, assieme ai bambini faccio una bella cotoletta e mi preparo a tornare.

Alzo gli occhi e vedo sfrecciare come un BOEING sopra di me il grande Barza che non si e’ dato per vinto, ma ha insistito e si e’ tirato su da terra per l’ennesima volta.

Lo raggiungo a piedi e lo trovo al centro di uno stabilimento di ombrelloni, era cosi’ felice che voleva fare qualcosa di VERAMENTE spettacolare, si fa trascinare dalla vela in atterraggio sbracando 4 o 5 ombrelloni e si incolla 3 o 4 lettini, insomma sembrava fosse arrivato un meteorite sulla spiaggia a ciel sereno!

Tornati con il treno a Norma non troviamo nessuno…. gli altri Pulcini erano tutti spariti, forse avevano paura che tenessi fede alla promessa d’amore fatta in volo…. Ma tanto…. prima o poi vi becco!

 

Bella!

Zi Gandolino

 



Decollo Data Pulcino km Punti Quota max
Norma2009-07-11Emanuele Gandola110.52110.522027 mVai
Norma2009-07-11Andrea Barcellona96.5796.571986 mVai

JavaScript must be enabled in order for you to use Google Maps.
However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser.
To view Google Maps, enable JavaScript by changing your browser options, and then try again.

 

Commenti (1)
1 Mercoledì 15 Luglio 2009 12:38
Shocked azzz un giorno quando sarò grande spero di farlo pure io sto passeggio tra le civiltà megalitiche del basso Lazio... sperare per credere.... Shocked